L’inizio è la mia fine e la fine è il mio inizio. Perché sono sempre più convinto che è un’illusione tipicamente occidentale che il tempo è diritto e che si va avanti, che c’è progresso. Non c’è. Il tempo non è direzionale, non va avanti, sempre avanti. Si ripete, gira intorno a sé. Il tempo è circolare. Lo vedi anche nei fatti, nella banalità dei fatti, nelle guerre che si ripetono.
Tiziano Terzani, La fine è il mio inizio

valvola di sfogo

Il non essere lì, il non essere altrove

cominciano a pesare quando togli il maglione.

Col freddo il cervello s’impalla

canta e ricanta di un’estate di carta,

che poi col sole non trovi più.

Povertà di spirito non è una virtù

e amare la cultura è come pane amaro

incondivisibile

ma nessuno se ne accorge

perchè a tutti bastano le briciole.

è questo, è questo, 

che mi spinge ad andare,

a cercare incontri densi,

storie di pani da spezzare.

è questo, è questo, 

che mi spinge a cambiare,

stringendo i denti,

guardando avanti,

per non vivere di solo pane.